Close

Vintage Life! Le stagioni della moda indossate tutte i giorni

ALL AROUND

Cristiana Crisafi

Vintage Life, la storia della moda? Si indossa tutti i giorni, ma bisogna prima di tutto conoscerla: i balli scatenati delle flapper girl degli anni ’20, le divise delle operaie durante la Seconda guerra mondiale, l’avvento di Dior con lo stile New Look, i ruggenti anni ’60 con l’eterna lotta tra i Mods e i Rockers, Mary Quant (o Courrèges?) e la minigonna, Yves Saint Laurent e il rosso Valentino. E allo stesso modo la prima Summer Of Love, la guerra in Vietnam, gli Hippie e Woodstock, il Punk, l’edonismo degli anni ’80 e il boom della tecnologia, da Madonna a Armani e Ferrè.
Un viaggio all’interno della storia della moda per capire le proposte fashion di oggi e interpretare un fenomeno che è anche esplorazione tra mercatini e veri luoghi delle meraviglie (vintage, chiaro!) per costruirsi un look originale e unico.
Cristiana Crisafi è autrice, Content Creator e comunicatrice. Genovese, dopo un’esperienza a Parigi, pubblica nel 2014 Vintage! Caccia al tesoro nel cassetto della nonna (ed.Ultra). Ha frequentato il master in “Vintage System” allo IED; cura i corsi di Vintage presso Scuola di Moda Vezza a Genova.

Domenica 8 marzo, ore 18.

La gemella sbagliata

ALL AROUND

Rossana Carturan

Sara, una borghese di buona famiglia, un lavoro che non le piace, separata, apprende dai giornali che la sorella gemella, Marianna, è uscita di prigione dopo aver scontato una trentina d’anni per partecipazione a banda armata e concorso nel rapimento e omicidio di un industriale.
Luglio 1970. Quattro donne, allora giovani, Maria, Marta, Sara e Marianna, dividono casualmente lo stesso scompartimento sul treno Milano-Roma. Il treno si ferma in piena campagna perché, si dice, a Gioia Tauro si è scatenato l’inferno. Un attentato.
Le quattro donne passeranno la notte in treno e avranno il tempo di conoscersi.
Da quel giorno, e nel corso degli anni, le loro storie si incrociano sullo sfondo dei tragici avvenimenti di terrorismo che hanno sconvolto le loro vite e la storia del nostro Paese.
Si ritroveranno tutte e quattro molti anni dopo e Sara e Marianna finalmente si diranno tutto quello che in trent’anni non sono riuscite a dirsi. Solo allora Sara, la gemella sbagliata, decide con serenità di fare quello che aveva sempre pensato di fare ma che non ha mai avuto il coraggio di portare a termine.

Domenica 8 marzo, ore 12.00

Destinazione Ravensbruck. L’orrore e la bellezza nel lager delle donne

ALL AROUND

Donatella Alfonso, Laura Amoretti, Raffaella Ranise

Alcune erano bambine, partite sole o con l’intera famiglia, altre ragazze di vent’anni, madri di famiglia oppure già anziane.
Sui treni che le portavano al campo di concentramento di Ravensbru?ck il lager delle donne, a nord di Berlino, finirono detenute politiche, prostitute, o appartenenti a famiglie ebraiche. Reiette da isolare, da eliminare, per il regime nazista.
Mille tra le italiane deportate, di ogni età, non tornarono mai: tra loro anche alcune passate per un piccolo e quasi dimenticato centro di detenzione nell’estremo ponente ligure, a Vallecrosia, simbolo del desiderio di rimozione.

Domenica 8 marzo, ore 15.00

Non è un paese per mamme

ALL AROUND

Paola Setti

Sarà un Paese di mammoni, ma l’Italia non è un Paese per mamme.
Non lo è prima di tutto per il lavoro, sempre più difficile da conciliare con la famiglia a meno di non esser ricchi o dotati di nonni da schiavizzare.
Non lo è, inoltre, per i partner che le donne hanno al fianco, ancora così restii a condividere la fatica del lavoro di cura da sfigurare malamente nel confronto con i maschi nord europei.
Non lo è nemmeno per i servizi che mancano, né per l’idea stessa di città né, in ultimo, per un problema culturale.
A dispetto di tante, troppe parole sulla maternità, alle donne che fanno figli viene in sostanza detto: hai voluto la bicicletta? Adesso pedala. Da sola e in salita.
Un viaggio nella vita delle lavoratrici, mamme e non, attraverso i loro racconti, le difficoltà incontrate, qualche buona idea da replicare e dati e interviste a esperti e studiosi su lavoro e diritti. Spunti per fare una necessaria rivoluzione nel paese mammone che non ama le mamme
Paola Setti, giornalista, è nata a Genova. Ha lavorato per vent’anni in agenzie di stampa e quotidiani. Poi ha fatto il Cammino di Santiago. Oggi ha due figli, un marito e un cane. Questo è il suo primo libro.

Intervengono: Paola Setti, autrice, Alessandra Di Pietro, Agorà
Sabato 7 marzo ore 18.00