Close

FEMINISM Fiera dell’Editoria delle donne 2020

Con grande rammarico ma con altrettanto grande senso di responsabilità, ci vediamo costrette a sospendere la Terza Edizione della Fiera, una scelta alla quale ci sentiamo obbligate in ragione dei limiti imposti dall’emergenza e dalla probabilità di ulteriori provvedimenti finalizzati a bloccare la diffusione del Covid-19.
Desideriamo farvi sapere che non intendiamo rinunciare alla realizzazione della Fiera, che ci proponiamo di rilanciare non appena i tempi ce lo consentano.
Ringraziamo tutte e tutti coloro che hanno condiviso il progetto: innanzitutto le case editrici e la nostra Madrina Maria Rosa Cutrufelli, ma anche la libreria in Itinere, CO2 onlus e tutte le volontarie che in gran numero avevano aderito alla nostra richiesta di collaborazione.
Ringraziamo altresì la Sil, Concorso lingua madre, ADEI e Iacobelli, sostenitori, e le Istituzioni che con il loro Patrocinio hanno riconosciuto l’importanza dell’evento

Feminism3

 Fiera dell’editoria delle donne 2020

dal 5 all’8 marzo

Nella bellissima cornice dell’antico Palazzo del Buon Pastore di Roma, ideata ed organizzata da Archivia, Leggendaria, Sessismoerazzismo, la Casa Internazionale delle Donne, saranno 4 giorni di incontri, focus, spettacoli.
Ingresso gratuito e aperto alla cittadinanza, secondo la tradizione di cultura e impegno verso Roma che anima la sede storica dei movimenti femministi, da decenni crocevia di servizi, proposte culturali, politiche e molto altro, interamente declinati al femminile, e oggi a rischio di chiusura.
Più numerosa nel 2020 la partecipazione delle case editrici, a conferma del crescente prestigio di Feminism, in una formula rinnovata: 82 espositori, fra i quali 33 “new entry”, avranno a disposizione un unico grande spazio libreria e la possibilità di presentare uno o più titoli nelle sale del complesso monumentale del Buon Pastore.
Significativa, in questa edizione, la presenza di case editrici medie e grandi, insieme alle piccole e piccolissime case editrici che “fanno la fiera” dal 2018.
Inaugurazione il 5 marzo alle 16 nella sala Carla Lonzi con la madrina di Feminism3 2020, Maria Rosa Cutrufelli, insieme a lei la presidente della Casa Internazionale delle Donne Maura CossuttaMaria Palazzesi di Archivia, Anna Maria Crispino di Leggendaria e Stefania Vulterini di Sessismoerazzismo, Elvira Federici della Società italiana delle letterate, Marco Zapparoli, presidente della Associazione degli editori indipendenti.

In occasione della Fiera potrete vedere dal 5 all’8 Marzo la Mostra di fotografie d’Archivio Donne al lavoro, prodotta e allestita da ARCHIVIA con il finanziamento di Coordinamento Esteri della CGIL.  Progetto di Giovanna Olivieri realizzato con Raffaella Perna e Francesca Koch e con la collaborazione di Valeria Tavernelli e Loredana Monaco.

Le foto in b/n provengono dal Fondo di Noi Donne e illustrano, emozionandoci, il percorso lavorativo delle donne sempre in bilico fra conservazione e rottura.

Due focus su Clima: dal cambiamento all’emergenza: il primo afrofuturismo e ecologie future, incontro organizzato dalla associazione Lesconfinate, il secondo Oltre l’Antropocene, tavola rotonda organizzata da Archivia.

Terzo Focus Ma che streghe siamo noi?, le streghe fra stigma e ribellione, a cura di Anna Maria Crispino.

Potete vedere il programma delle 4 giornate – ancora in via di definizione per alcuni dettagli

CASE editrici in fiera

Libri in presentazione

Libri e autrici in Fiera i video

Minilaboratori di scrittura della Scuola Omero 6-8 Marzo Programma

Una delle novità di Feminism 3 è lo Spazio libri In Itinere

Intervista a Maria Rosa Cutrufelli su L’isola delle madri di Jolanda Bufalini

 

Intervista  a Carole Adams su  Carne da macello presentato in anteprima a Roma nell’ambito di «Feminism» il 5 marzo alle ore 17 (Massimo Filippi e Federica Timeto Il Manifesto)

segui i PERCORSI – INCROCI 

proposti da Jolanda Bufalini

Ambiente

BIOGRAFIE-MEMORIE

Riviste

MONDO

NARRATIVA

NOVITA’

POESIA

POLITICA

Saggistica

SOCIALE – SOCIETÀ

STORIA-STORIE

VISUAL-FOTO-CINEMA-IMMAGINI

 Cercasi volontarie per la Fiera dal 5 all’8 marzo …scrivere a claudia.ciorciolini@theco2.org

 

Gallery

 

 

 

 

 

 


 

 

 

5-12-13 Luglio 2019

Casa Internazionale delle donne – Roma

PERFORMATIVE WOMEN’S POETRY

Poesia che dà corpo sonoro all’atto poetico, attraversando la tradizione classica più antica che affonda nella dimensione orale dell’epica, del dramma, della lirica. A quest’arte è dedicata una “Session” articolata in più incontri-evento con poete performers che si esibiranno sul palco del giardino della Casa proponendo loro componimenti

 

 Luglio: Women’s Poetry Meetings

Tre serate per incontrare poete performative diverse per temi e modalità, accomunate dalla ricerca di una commistione contaminante poeticamente il loro lavoro e la loro ricerca estetica. .

  • Prima Serata, 5 luglio ore 21

Rosaria Lo Russo, Reading

Maria Grazia Calandrone, Corpo reale

  • Seconda Serata, 12 luglio ore 21

Miss Poetrix: Transfert live performance

  1. ee: Secondoluce live performance
  • Terza Serata 13 luglio ore 21

Manuela Dago, Francesca Genti, Francesca Gironi: Supernove. Poesie per gli anni 2000

Poetry slam

7 settembre 2019 ore 21

Casa Internazionale delle donne – Roma

6 poete, 3 minuti a testa,

testi originali,

solo corpo e voce,

chi è migliore lo decreta il pubblico!

Maestra di cerimonia: Francesca Gironi

 

In gara: EUGENIA GALLI  FRANCESCA GENTI  EUGENIA GIANCASPRO  ANTEA MORO CLAUDIA SALVATORE ALESSANDRA RACCA

È una sfida poetica in cui il pubblico decreta chi vince.

Lo SLAM prevede letture ad alta voce dei poet*/performer in gara.

Un MC (Master of Ceremonies) conduce la serata e interagisce con il pubblico.

Allo Slam partecipano 6 poet*/performer.

Ogni poesia deve essere autentica, cioè scritta dal poet*.

C’è assoluta libertà di tema, metrica ed espressione.

È vietato l’utilizzo di oggetti scenici o accompagnamenti musicali. Solo voce, corpo e microfono.

Le poesie non devono superare i 3 minuti di tempo

Una giuria sorteggiata fra il pubblico e composta di cinque persone giudicherà ciascuna performance.

Saranno disputate due manche.

Chi vincerà si qualificherà alla fase successiva del campionato nazionale L.I.P.S.

LE POETE SI PRESENTANO

 


Maesta di cerimonia

Francesca Gironi è nata ad Ancona. Danzatrice e performer, attiva nella scena dei poetry slam, esplora il confine tra parola e gesto. Finalista ai campionati nazionali LIPS negli anni 2015, 2016, 2017. Il suo primo libro dal titolo “Abbattere i costi”
è edito da Miraggi. È stata ospite di festival di poesia, di video danza, di arti performative e residenze creative. Ha collaborato con coreografi, video maker,
fotografi e musicisti. Si è formata in danza contemporanea in Italia e all’estero. È laureata in lingue e ha un master in Germanistica conseguito all’Università di Halifax, in Canada. Nel 2017 è ospite del festival Spoken Word Madrid. Con la performance CTRL ZETA vince insieme a Sergio Garau il premio di produzione CROSSaward 2017.http://www.diadi.org/

 


 

 

Eugenia Galli (Rimini, 1996) studia lettere a Bologna e fa parte di Zoopalco, collettivo di poesia orale e multimediale. Suoi sono i testi e la voce del progetto di spoken music Monosportiva Galli Dal Pan, secondo classificato al Premio Alberto Dubito nel 2018. Alcune sue poesie compaiono anche nelle antologie dedicate al premio e pubblicate da Agenzia X: “Rivoluziono con la testa” (2017) e “Il genere errante” (2019). Nel 2017 e nel 2018 è finalista nazionale del campionato di poetry slam organizzato dalla LIPS – Lega Italiana Poetry Slam, di cui è coordinatrice regionale per l’Emilia Romagna. Ha tradotto dall’inglese “Poesie per ragazze di grazia e di fuoco”; (Rizzoli, 2018) insieme a Tommaso Galvani.



Francesca Genti è nata a Torino il 27 giugno 1975, vive a Milano. Ha pubblicato i libri di poesia Bimba Urbana (Premio Delfini, Mazzoli, 2001), Il vero amore non ha le nocciole (Meridiano Zero, 2004), Poesie d’amore per ragazze kamikaze (Purple Press, 2009; Sartoria Utopia, 2015), L’arancione mi ha salvato dalla malinconia (Sartoria Utopia, 2014), Il mio bambino mi ha detto (Sartoria Utopia, 2016), Anche la sofferenza ha la sua data di scadenza (HarperCollins, 2018).In veste di prosatrice ha scritto i racconti Il cuore delle stelle (Coniglio Editore, 2007), il romanzo La Febbre (Castelvecchi, 2011) e il saggio La poesia è un unicorno (Mondadori, 2018).
Con Manuela Dago ha fondato Sartoria Utopia, capanna editrice di libri di poesia cuciti a mano. www.sartoriautopia.it


 

 

Eugenia Giancaspro (Benevento 1990), linguista clinica e interprete LIS; nel 2008 si trasferisce a Padova per approfondire gli studi in Lettere Moderne, laureandosi in Linguistica per la sordità e disturbi del linguaggio all’ Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 2016 lavora nel mondo della sordità, dell’inclusione sociale e dell’educazione. LIS-slammer da due anni, attualmente vive e lavora a Milano. In attesa della sua prima pubblicazione Italo-francese, accessibile alle persone sorde e cieche, si può leggere e vedere un’anteprima qui:
Antigone Nuda { https://eugeniagiancaspro.wordpress.com/}
(foto di Alberto Brevi)

 


 

 

Antea Moro è nata a Roma nel 1991. Si diploma al Centro Sperimentale di
Cinematografia di Roma; scrive, tra le altre cose, vari cortometraggi e opere teatrali. Partecipa alle competizioni di poetry slam da circa due anni e attualmente studia Psicologia e processi sociali, è iscritta ad un corso di lingua dei segni, lavora e si dedica alla lotta contro la reificazione degli animali umani e non umani.

 


 

 

Alessandra Racca scrive poesie che si sono infilate in rete, riviste, pubblicazioni varie e nelle raccolte Poesie antirughe, L’amore non si cura con la citrosodina, Consigli di volo per bipedi pesanti, Nostra signora dei calzini deluxe (2011, 2013, 2016, 2018, Neo Edizioni). Appassionata di poesia “ad alta voce”, fermamente decisa a dimostrare che la poesia non è una noia, è autrice di reading nei quali mescola poesia e teatralità a una dose massiccia di ironia e musica. Dal 2008 porta i reading in viaggio per l’Italia, collaborando con musicisti ed altri artisti. É inoltre slammer, organizzatrice e presentatrice di poetry slam, contest fra poeti con giuria popolare. Fa parte del direttivo della Lega Italiana Poetry Slam e ne è coordinatrice per il Piemonte. Ha creato PoetiCo, il coro parlante poetico di Torino, per promuovere la lettura e l’ascolto della poesia in contesti collettivi. Tiene corsi di scrittura creativa per adulti e per bambini utilizzando il linguaggio della poesia e il piacere di giocare con le parole. Il suo blog è www.signoradeicalzini.it


 


Claudia Salvatore, allenatrice di atletica leggera e attrice di origine reatina, adottata romana. Lavora principalmente per il teatro, ma con diverse esperienze nel cinema, serie tv, web series, videoclip musicali e cortometraggi. Ha lavorato con Ricci/Forte, Jurij Ferrini, Daniele Scattina e attualmente collabora con Giovan Bartolo Botta e Produzioni Nostrane Ultras Teatro. È stata anche autrice, coautrice e regista di alcune pièce teatrali. Scrive poesie, tutte ancora inedite.

 

CONCERTO 

 

12 settembre 2019 

Valeria Vaglio

presenta

MIA

il nuovo album di inediti, già presente  su tutte le piattaforme streaming e in digital download, a distanza di ben cinque anni dall’ultimo lavoro discografico. Il disco è stato anticipato dal singolo “Mi faccio un regalo”, il cui video è stato girato interamente a Parigi ed è visibile al seguente link

www.vimeo.com/245706648.

L’album racconta una storia che si estende nell’arco di un anno ed è nato dall’esigenza di raccontare la rabbia che l’artista aveva dentro di sé. “Mia”, scritto in pochissimi mesi, è frutto dell’incontro di Valeria Vaglio e dei produttori Vittorio Giannelli e Giampaolo Cantini che hanno realizzato l’idea che l’artista aveva da tempo:aprire il suo cantautorato alla musica elettronica.

«Quando ho scritto questo disco – racconta Valeria – ero molto arrabbiata. È un disco diverso dagli altri tre. Le sonorità elettroniche sono state un vestito perfetto. Avevo voglia di sperimentare, di non preoccuparmi dei paletti, di cassa in quattro e di tanto volume».

Questa la tracklist di “Mia”: “Mia”, “Libera”, “Fallo amore”, “Mi faccio un regalo”, “10 minuti”, “Le cose che dicono”.

Subito dopo il concerto ci sarà un dj set di Miss Poetrix, artista performativa già ospite della Casa Internazionale delle Donne per presentare il suo progetto di Poesia e musica elettronica “Transfert”, di cui Valeria ha curato la parte musicale e visual.

 


Valeria Vaglio nasce a Bari il 28 giugno 1980. All’età di 8 anni inizia a studiare pianoforte e successivamente si dedica alla chitarra e al canto. A 16 anni comincia a comporre i primi brani e ad esibirsi dal vivo. Nel 2005 vince una borsa di studio SIAE e frequenta il “Corso di perfezionamento per autori di testi” presso il Cet di Mogol. Nel 2008 partecipa alla 58° edizione del Festival di Sanremo nella categoria giovani con il brano “Ore ed Ore”, estratto dall’album “Stato innaturale” (RCA/ Sony Music). Il 7 maggio 2010 esce il suo secondo album “Uscita di insicurezza” (Carosello/Artist First) composto da sette brani inediti e prodotto da Diego Calvetti. Solo un pezzo, “Nonostante le assenze”, è stato composto a quattro mani con Bungaro.
Nel 2014 esce il suo terzo album “Il mio vizio migliore” e nel 2016 scrive la colonna sonora del film “WAX”, opera prima del regista salentino Lorenzo Corvino, candidato nella cinquina dei registi emergenti ai David di Donatello.
Nel 2016 si laurea in video design allo IED di Roma.
A luglio 2017 Valeria inizia a lavorare al nuovo disco, prodotto da Vittorio Giannelli e Giampaolo Cantini.
Valeria Vaglio è un’attiva sostenitrice di Amnesty International e delle campagne contro l’omofobia: nel 2009 si è esibita infatti in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia e al Teatro EDI di Milano per la Giornata contro la Violenza sulle Donne.

“Suonare alla Casa Internazionale delle Donne per me ha un significato profondo. I luoghi dove l’arte trova spazio, voce e cura vanno accarezzati, appoggiati e difesi

FEMINISM2.

FIERA DELL’EDITORIA DELLE DONNE 2019

 

 

Secondo annuale appuntamento per Feminism, unica Fiera dell’editoria delle donne in Italia, che si inaugura l’8 marzo, all’insegna della festa e del confronto sempre con ingresso gratuito. 

Madrine d’eccezione la scrittrice pluripremiata Michela Murgia, la storica statunitense Max Dashu, attivista femminista e fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives e Vandana Shiva, scienziata ambientalista e scrittrice, presidente di Navdanya International, taglieranno il nastro alle ore 14.00 di venerdì 8 marzo. All’inaugurazione saranno presenti anche Marco Zapparoli (Presidente ADEI) e Luisa Ricaldone (Presidente  SIL)

 

Lettera di Vandana Shiva alla Sindaca di  Roma Virginia Raggi

VANDANA SHIVA nel giardino della Casa. Foto di Tania Cristofari

 

Gentile Sindaca Virginia Raggi,

In occasione del mio intervento per l’inaugurazione di Feminism, la Fiera dell’editoria delle donne in Italia, presso la Casa Internazionale delle Donne, …..

 

 

 

Photo gallery 2019

Programma 2019

 

 

info  Maria Palazzesi

mariapalazzesi.archivia@gmail.com

Press

FEMINISM3 – COMUNICATO STAMPA

 

Tutto pronto o quasi per Feminism3, Terza Edizione della Fiera dell’Editoria delle donne, dal 5 all’8 marzo alla Casa Internazionale delle donne in via della Lungara a Roma, ideata ed organizzata da Archivia, La rivista Leggendaria, la collana editoriale sessismoerazzismo, la Casa Internazionale delle donne. Quattro giorni di libri, riviste, incontri, focus, spettacoli per l’unica Fiera dell’editoria nazionale a firma femminile. La manifestazione ad ingresso gratuito è aperta a tutte/i secondo la tradizione di cultura e impegno verso Roma che anima la sede storica dei movimenti femministi, da decenni crocevia di servizi, proposte culturali, politiche e molto altro, interamente declinati al femminile, e oggi a rischio di chiusura.

Più numerosa nel 2020 la partecipazione delle case editrici, a conferma del crescente prestigio di Feminism, in una formula rinnovata: 82 espositori, fra i quali 33 “new entry”, avranno a disposizione un grande spazio libreria, curato da Anna Di Giovanni In itinere.

Più nutrita, insieme alla presenza delle edizioni create dalle donne e delle piccole e piccolissime case editrici che, dal 2018, “fanno” la Fiera, la partecipazione di case editrici medie e grandi, in un colloquio ideale fra ricerca, pensiero delle donne e diffusione della lettura.
Accanto ad amiche e amici storici come Viella, Il dito e la luna, Venexia, Moretti e Vitali, Enciclopedia delle donne, Vanda, All Around, Voland e tanti altri, entrano al Buon Pastore per la prima volta realtà importanti come Laterza, Giunti/Bompiani, Sellerio, Newton Compton, La nave di Teseo, Baldini e Castoldi. Inoltre partecipano nuove realtà giovani e interessanti quali Capovolte, Le Assassine, Somara!

La scrittrice Maria Rosa Cutrufelli sarà la Madrina di Feminism 3. Con lei all’inaugurazione che sarà giovedì 5 marzo alle 16 la Presidente della Casa Internazionale delle Donne Maura Cossutta, le organizzatrici della Fiera Maria Palazzesi di Archivia, Anna Maria Crispino di Leggendaria e Stefania Vulterini di Sessismoerazzismo, Elvira Federici della Società italiana delle letterate (SIL), Marco Zapparoli, Presidente della Associazione degli editori indipendenti (ADEI).

Oltre alle presentazioni dei libri, con 80 appuntamenti, sono previsti 3 Focus. Due di essi saranno dedicati all’ambiente sotto il titolo generale Clima: dal cambiamento all’emergenza: il primo afrofuturismo e ecologie future, incontro organizzato dalla associazione Lesconfinate, il secondo Oltre l’Antropocene, tavola rotonda organizzata da Archivia. Terzo Focus Ma che streghe siamo noi?, le streghe fra stigma e ribellione, a cura di Anna Maria Crispino.

Numerose, fra i titoli proposti in Fiera, le novità editoriali in uscita a marzo, fra gli altri:

Maria Rosa Cutrufelli presenterà in anteprima nazionale, L’isola delle madri, romanzo eco-distopico in uscita per Mondadori.

Abbecedario della differenza. Omaggio a Alice Ceresa, autori vari, a cura di Laura Fortini e Alessandra Pigliaru, viene proposto da Nottetempo. Lo splendore del niente e altre storie di Maria Attanasio da Sellerio e La potenza delle donne di Paola Leonardi da Iacobelli.

In fiera si presentano anche i periodici femministi: DWF, Marea, Mezzocielo e Leggendaria, che chiude la kermesse domenica.

Fra le presenze in Fiera: Rossana Campo, Patrizia Zappa Mulas, Chiara Zamboni, Annarosa Buttarelli, Ida Dominijanni, Sandra Petrignani

Più di un appuntamento in fiera sarà dedicato al mondo dell’editoria, fra gli altri quello organizzato da Bompiani, Scrittrici o venditrici. Come è cambiato il mestiere nell’era della sovrapproduzione libraria. Intervengono: Giulia Caminito, Chiara Ingrao, Roberta Mazzanti, Silvia Neonato, Tiziana Triana.
Molta poesia, storia e letteratura. Ma anche molta attenzione alla dimensione globale e alle periferie del mondo, come nel caso dell’incontro organizzato dalla casa editrice Il Sirente, Banlieue. Una nuova letteratura di frontiera attraverso tre giovani autrici francesi di origine araba. E quello di Derive e approdi per parlare del volume La natura dell’economia. Femminismi, economia politica, ecologia di Federica Giardini, Sara Pierallini, Federica Tomasello.

FIERA DELL’EDITORIA DELLE DONNE
5-8 MARZO 2020, GIOVEDÌ 0RE15-20, VENERDÌ, SABATO, DOMENICA ORE 10-20
COMPLESSO MONUMENTALE DEL BUON PASTORE
VIA DELLA LUNGARA 19 ROMA
Con il patrocinio di Regione Lazio e Municipio I Roma Centro

Ufficio stampa Jolanda Bufalini – jolanda.bufalini@gmail.com – 3406812096
Ufficio stampa Monica Mariotti – monicfiore@gmail.com – 3476212187

GALLERY2019

Parlano di noi 2020

 

metropolitan magazine 

Roma 3 Radio Dickens 

Roma notizie

repubblica.it

ingegnografico

italiaonline

il messaggero  

il libraio

abitarearoma 

Rai Radio live

il messaggero

il manifesto cultura

Buongiorno Regione 

tuacity mag

corriere.it viaggi

abitare a Roma 

romaedintorni 

il paese delle donne 

italia on line 

afrologist 

leggere tutti

 

Wikieventi

romatoday.it

nella notizia

icrew libri 

allevents.in

The Parallel Vision 

wordstockweb

solo libri.net

l’Italia che cambia  

Libreria delle donne di Milano

romanotizie

Lingua madre

geos NEWS

frosinone magazine

SIL Società delle letterate

Cittadellarte JOURNAL

tabook

power and gender 

notizie nazionali

Occhio dell’arte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Comunicato conclusivo Fiera 2019

Dopo tre giorni intensi, ricchi di dibattiti e presentazioni, si chiude la II Fiera dell’editoria delle Donne, con un grande successo di pubblico: oltre 8.000 presenze confermano che le donne leggono sempre di più. Importante il sostegno alla Casa Internazionale della Donne, espresso con la sottoscrizione di migliaia di tessere, per mantenere vivo e attivo questo meraviglioso spazio comune di scambio sociale e culturale.

Madrine d’eccezione MaxDashu e Vandana Shiva, hanno inaugurato in giardino la Fiera, alla presenza di un folto pubblico e di molti giornalisti. Vandana Shiva ha pubblicamente dichiarato che scriverà alla sindaca Raggi per sostenere e difendere un luogo così straordinariamente importante per le donne.

Tutti gli eventi hanno visto una grande partecipazione, in particolare il Focus Afrofuturismo femminista sulla migrazione odierna e la devastazione del pianeta con la presenza di Maria Rosa Cutrufelli, IgiabaScego ela cantante Karima 2G;lo stesso per la presentazione di Iacobellieditore del volume Sulle amazzoni Natalie Clifford Barney, Marina Cvetaeva e Valeria Viganò.

Molto apprezzati anche gli incontri di Nottetempo su Disobbedienza di Naomi Alderman con interventi di Anna Segre ed Evelina Meghnagi e dell’editore Moretti&Vitali con l’attualissimo Care: prendersi cura. Un lavoro inestimabile di Pascale Molinier con la presenza di Annarosa Buttarelli, Tiziana Vettor e Tina Balì.

Maria Dell’Anno con il suo volume Se questo è amore. La violenza maschile contro le donne nel contesto di una relazione intima, ha riscontrato grande partecipazione e coinvolgimento di pubblico per l’editore Luoghinteriori.

L’evento in giardino,  un gran fracasso di tamburi e strumenti vari che diviene, grazie all’abile incantatrice di drumcircle musica coordinata e liberatoria, ha stupito e divertito tutto il pubblico presente.

Grande soddisfazione anche per il volume di vendite delle case editrici in esposizione, soprattutto per “Rivista Anarchica”, Iguana, Il dito e la luna, Empiria e Le strade Bianche di Stampa Alternativa.

La presentazione di “Ma che rabbia!” numero speciale di “Leggendaria” diretto da Anna Maria Crispino ha chiuso la fiera con un pubblico da tutto esaurito e la straordinaria partecipazione di Elina Chauvet, artista messicana che nel 2009 ha realizzato per la prima volta a Juárez ZapatosRojos, un’installazione pubblica composta da 33 paia di scarpe a simboleggiare tutte le donne vittime di femminicidio e poi ripresa in tutto il mondo.

Ringraziamo tutte le volontarie che hanno reso possibile questa straordinaria, festosa maratona e tutti i media e la stampa che ci hanno sostenuto.

 

 

 

 

Comunicato stampa

FEMINISM 2

II FIERA DELL’EDITORIA DELLE DONNE

8/9/10 marzo 2019

“La scrittura resta: va sola per il mondo”

da I Diari di Sylvia Plath

 

Secondo annuale appuntamento per Feminism, unica Fiera dell’editoria delle donne in Italia, che si inaugura l’8 marzo, all’insegna della festa e del confronto sempre con ingresso gratuito. 

Dopo il grande successo dell’anno scorso mediatico e di pubblico, arrivano tre intensi giorni di incontri ed eventi alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, in piena sintonia con lo sciopero femminista e per ribadire lo stato di agitazione permanente “La Casa Siamo Tutte”.

Nella bellissima cornice dell’antico Palazzo del Buon Pastore, Giovanna Olivieri e Maria Palazzesi dell’Associazione Archivia, Anna Maria Crispino della rivista “Leggendaria”, Marina Del Vecchio della Casa Internazionale delle Donne e Stefania Vulterini della collana “Sessismoerazzismo” di Ediesse hanno realizzato e organizzato la manifestazione; Iacobellieditore e ADEI (Associazione degli Editori Indipendenti), SIL (Società Italiana delle Letterate) ne sono i sostenitori.

La seconda edizione, con ospiti di calibro nazionale e internazionale, segue un filo conduttore, “Passa le parole”, che vuole sottolineare quanto i libri trasmettano saperi, per creare confronti di genere e culture.

Madrine d’eccezione la scrittrice pluripremiata Michela Murgia e la storica statunitense Max Dashu attivista femminista e fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives  e Vandana Shiva la teorica più nota dell’ecologia sociale, fisica quantistica ed economista militante ambientalista, che taglieranno il nastro alle ore 14.00 di venerdì 8 marzo. All’inaugurazione saranno presenti anche Marco Zapparoli (Presidente ADEI) e Luisa Ricaldone (Presidente  SIL)

Un calendario fitto di eventi costruito in sintonia con le settanta Case Editrici partecipanti, come Donzelli, ManifestoLibri, Manni, Luciana Tufani e Venexia con la sua recente traduzione di Streghe e pagane. Le donne nella religione popolare europea di Max Dashu.

Quest’anno diverse le case editrici che si rivolgono al pubblico dei più giovani: insieme a Settenove e a Sinnos, che porta in Fiera la straordinaria storia di Jella Lepman, Matilda, Orecchio acerbo e Nube Ocho. E tra le autrici anche un’inedita Ada Gobetti con Storia del gallo Sebastiano delle Edizioni di Storia e Letteratura, presentato da Goffredo Fofi.

Entra in Fiera per la prima volta Marcello Baraghini, uno dei primi editori in Italia a pubblicare libri sulle disparità di genere, con Strade Bianche di Stampa Alternativa.

Fra gli editori che affrontano lo spinoso e purtroppo attuale tema della violenza contro le donne, Edizioni SEB27  presenta Femminicidio e violenza di genere di Maria Concetta Tringali.

Spicca dalla collana “Sessismoerazzismo” di Ediesse, la presentazione di Uomini che pagano le donne di Giorgia Serughetti e Le parole e i corpi. Scritti femministi di Maria Luisa Boccia. Nottetempo ci parla di Disobbedienza di Naomi Alderman con Anna Segre e Evelina Meghnagi, mentre Il Dito e la Luna propone Il paese di calce di Bibi Tomasi a cura di Margherita Giacobino e Pat Carra.  Presente anche Edith Bruck con il suo Versi Vissuti. Poesie (1975-1990) edito dalla casa editrice CEUM (Centro Edizioni Università di Macerata). E con scritti poetici si propone la collana Le Ginestre in … edite della Herold Edizioni

La Fiera propone tre interessanti e attualissimi “Focus” su cui riflettere insieme, i primi due curati da Anna Maria Crispino, il terzo da Stefania Vulterini in collaborazione con Isabella Peretti e Nadia Pizzuti.

Il primo coordinato da Maria Vittoria Vittori, è dedicato all’editoria dell’infanzia e dell’adolescenza: “Piccole ribelli crescono”, nella convinzione che soprattutto alle bambine di oggi e donne di domani dobbiamo “passare parole” ricche di esperienze e saperi. A seguire l’inaugurazione della mostra delle tavole illustrate dal libro Lei, Vivien Maier con Cinzia Ghigliano che spiega il rapporto tra testo e immagine.

Il secondo Focus è un’incursione nell’analisi dei linguaggi dove le parole e i generi si amalgamano felicemente: il fumetto, le serie Tv e la graphic novel. “Laboratori dell’immaginario” perché soprattutto attraverso i media più diffusi si formano opinioni, culture e costumi. Tra le altre, Titti Marrone affronta il tema su la serie Tv da L’amore molesto di Elena Ferrante e Simona Poidomani autrice di Numeri e poesia, ci narra la biografia illustrata di Ada Byron.

Il terzo Focus coordinato da Lidia Curti sarà dedicato all’“Afrofuturismo femminista” e indaga nell’immaginario narrativo, artistico o musicale i temi della differenza sessuale e di genere, della migrazione odierna e della devastazione del pianeta; con interventi di Maria Rosa Cutrufelli e Igiaba Scego e proiezioni di video artistici e clip afrofuturisti femministi e la cantante Karima 2G.

Infine, di grande attualità gli incontri tematici “Nutrimenti” curati da CLN (Concorso Lingua Madre) e SIL (Società Italiana delle Letterate), dove emerge Linguaggi dell’esperienza femminile – Disturbi alimentari, donne e scrittura dall’Unità al miracolo economico di Francesca Calamita per le edizioni Il Poligrafo, e una tavola rotonda sul Femminismo digitale a cura de L’Iguana in collaborazione con Non Una Di Meno.

La presentazione del numero speciale di “Leggendaria” sarà l’evento conclusivo della Fiera: a discutere di “Ma che rabbia” ci saranno, oltre alle autrici del fascicolo, la scrittrice Lidia Ravera,  la filosofa Antonella Fimiani e la giornalista Angela Azzaro.

La Casa Internazionale delle Donne, con le sue molte e bellissime sale e gli spazi comuni: cortili e giardini, ristorante, bar e biblioteca, offre al pubblico un ambiente diversificato e confortevole nel cuore di Trastevere in cui incontrare libri, autrici e coraggiose case editrici.

Un luogo straordinario, dove le donne vivono e trasmettono saperi e che ancora oggi è a rischio di chiusura. E noi invece, vogliamo continuare a esserci.

 

Orari di apertura al pubblico:

Venerdi 8 marzo             14.00-20.00

Sabato 9 marzo              10.00-20.00

Domenica 10 marzo        10.00-20.00

 

Ideazione e organizzazione:

Maria Palazzesi (Responsabile culturale Archivia), relazione con gli editori e programmazione e costruzione organizzativa degli eventi

Giovanna Olivieri (Coordinatrice Archivia), logistica, programmazione e costruzione organizzativa degli spazi

Anna Maria Crispino (Direttora “Leggendaria”), responsabile e coordinatrice dei primi due “Focus”

Stefania Vulterini (Editora di “Sessismoerazzismo” Ediesse), responsabile e coordinatrice del terzo “Focus”

Marina del Vecchio, Vicepresidente Casa Internazionale delle Donne

CO2 Crisis Opportunity Onlus, Collaborazione comunicazione e allestimento

Loredana Monaco Grafiche

Sostenitori:

ADEI (Associazione degli Editori Indipendenti)

Iacobelli editore

SIL (Società Italiana delle Letterate)

 

Con il Patrocinio di Regione Lazio e del I Municipio di Roma

Ufficio stampa Monica Mariotti  monicfiore@gmail.com; 347 6212187

 

Parlano di noi 2019

Il Libraio

Liberrima

literary

Carpe diem!

In genere

libri

Lucca in diretta

060608

Leggere tutti

Noi Donne

mentelocale

Wordstock

LeggIndipendenti

allevents.in

Il paese delle donne

Io Donna

Romacomunica.it

Geosnews

Power & Gender

Virgilio

Sololibri

Minervaonline

La Repubblica

Corriere della sera

Turismoroma

Italianisti

libreria delle donne Milano

Piuculture

rainews

27esimaora

TGCOM24

RADIOColonna

Giornalecittadino

LetteratitudineNews

Massa Critica

tabletroma

askanews

culturalfemminile

romaweekend

tg24sky

radio ondarossa

il mattino

askanews

il dubbio news

IL corriere di Siena

saluteperme

arcadiabookandservice

pasionaria.it

Corriere dell’Umbria

Yahoo!notizie

affari italiani .it

affaritaliani.it

affaritaliani.it

askanews

il sole 24 ore

rayplayradio

navdanyainternational

il manifesto

Rai Parlamento

Venerdì di Repubblica 1 marzo 2019

io donna 2 marzo





Comunicato conclusivo Fiera 2018

 

Dopo quattro giorni intensi  e festosi, come avevamo promesso, si chiude oggi la I Fiera dell’editoria delle Donne, con un successo di pubblico sorprendente e una risonanza mediatica inattesa.

 

Più di 8.000 presenze, perché le donne e le bambine leggono e comprano libri più tutti, a un evento editoriale e culturale pensato con grande attenzione alla dimensione politica e sociale. In questi giorni abbiamo raccolto firme a sostegno della Casa Internazionale della Donne e la rivista DWF, ha offerto il ricavato delle vendite alla causa di mantenere in vita questo meraviglioso spazio comune e di scambio.

Al patrocinio della Regione Lazio e del I Municipio di Roma, si è aggiunto da ieri il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, un segnale forte che ci incoraggia ad affermare, anche a grande richiesta di editori e pubblico, che organizzeremo una seconda edizione della fiera, certe che diventerà nel tempo un appuntamento annuale.

Tutti gli eventi hanno visto una grande partecipazione: dai Focus sulla filiera del libro d’autrice, che hanno riscosso molta attenzione, alle presentazioni con sale strapiene  per Lidia Ravera, Maria Rosa Cutrufelli o per il libro di Angela Davis, per Lea Melandri e la nuova edizione de L’infamia originaria e la raccolta di #quella volta che Storie di molestie con testimonianze e letture di Asia Argento.

Le vendite sono state molto buone in particolare per ManifestoLibri, Sinnos con il suo delizioso Nina e i diritti delle donne, IacobelliEditore con Ritratti di donne da vecchie.

Una calorosa accoglienza anche alla riapertura della casa editrice Il dito e la Luna e al suo progetto e concorso “Solanas monamour”, parimenti grande interesse attorno alla collana “Sessismoerazzismo” di Ediesse, argomento di estrema attualità.

Oggi abbiamo chiuso la fiera, coerentemente con l’ultimo numero di “Leggendaria” sullo stato dell’arte del femminismo, dalle battaglie ai successi, dai conflitti del ’68 al movimento#metoo.

Ringraziamo tutti i media e la stampa che ci hanno sostenuto e aiutato ad arrivare fin qui, affaticate ma felicemente protagoniste.


 

Parlano di noi 2018

Il Libraio

Letto da noi

Mangialibri

Natoconlavaligia

Il Mattino

DIRE

Coffeewriting

diggita

Rai Letteratura

Word stock

Radio città futura

girocittà

il manifesto

culturmedia

noi donne

libreria delle donne

segreto donna

lankenauta

dire

artribune

duerighe

Zai.net

Libreria Tuba

romatoday

la repubblica

Italia che cambia

Gli Statigenerali

il corriere della sera

La gazzetta del Mezzogiorno

Letto da noi

Ansa

OG Women’s studies

art a part

Il Salto

Segreto Donna

Cultura al femminile

To Arch magazine

Liberrima

l’alveare

CulTurMedia

Treccani Atlante

ingenere

bloc-notes

060608