Close

Ombre di un processo per femminicidio. Dalla parte di Giulia

IACOBELLI EDITORE
di Carla Baroncelli

Processo contro Matteo Cagnoni. La vittima è Giulia Ballestri, l’imputato è Matteo Cagnoni, accusato di aver ucciso, il 16 settembre 2016, la moglie con le aggravanti di crudeltà, occultamento di cadavere e premeditazione. I Ballestri e i Cagnoni, due famiglie tra le più note in città. Per la prima volta, oltre alla famiglia, si sono costituite parti civili il Comune di Ravenna, Udi, Linea Rosa, Associazione Dalla parte dei minori.
Carla Baroncelli segue le 30 udienze del processo di primo grado per capire perché Giulia Ballestri è stata uccisa e per farlo legge ciò che rimane in ombra perché le parole dette, anche nelle aule di un tribunale, nascondono stereotipi e pregiudizi di genere. Le udienze del processo sono l’occasione per ragionare di violenza di genere, di educazione di genere, di molestie e maltrattamenti, di femminicidio, di patriarcato e di potere maschile sulle donne.
Restituire un senso alle parole e chiamare le cose col proprio nome è il primo passo per comprendere perché le cose accadono e le origini della violenza, quindi dei femminicidi.

Carla Baroncelli, giornalista alla cronaca del TG2 per ventitre anni, di cui cinque passati a seguire il processo Marta
Russo, la studentessa uccisa nel 1997 in un vialetto dell’Università la Sapienza di Roma.

Sabato 10 marzo Ore 19:00 Sala UDI