Close

Malatempora. Roma ai tempi di Virginia Raggi

ALL AROUND

di Daniela Amenta

Ovvero le disavventure di chi abita all’ombra del Campidoglio pentastellato, in una città nel 2018 oltre l’orlo del baratro. La Raggeide continua, IN QUESTA NUOVA EDIZIONE AGGIORNATA, tra autobus che vanno a fuoco, strade che sprofondano, ruspe usate come sponsor ufficiale del Campidoglio, immondizia a
livello del terzo anello del Colosseo e sgomberi ai danni dei più fragili: donne e migranti. “Roma – come diceva un proverbio latino – non è stata costruita in un giorno”. Sono bastati pochi anni alla Giunta pentastellata guidata dalla sindaca Virginia per distruggerla definitivamente tra gaffe storiche e tweet che naufragano nella giungla dei congiuntivi.
Daniela Amenta con un diario ironico e disperato ha raccontato su Facebook la vita “dei cittadini e delle cittadine” sotto il governo di Raggi Laser.
Un affresco surreale della Caput (Im)mundi che annega sotto il primo acquazzone, che chiude le fontanelle dopo aver prosciugato il lago di Bracciano, che annuncia in pompa magna la tessera Atac gratuita per i vecchiarelli, ovvero un provvedimento già in voga ai tempi della Gens Iulia.
Un viaggio nelle periferie dell’Urbe a caccia di onestà, a bordo dei convogli infernali della Metro B dove tutto accade e il Far West va di moda, o in attesa dell’autobus 160 che come Godot non arriva mai. Flash e cartoline di una città affaticata, spenta eppure cinica. Aspettando che Raggi Laser ci consegni almeno il circo, visto che il pane è finito da un bel po’.

Prefazione di Paolo Borrometi, sotto scorta per le sue inchiesta sulla mafia del Ragusano, inizia l’attività giornalistica d’inchiesta nel 2010 collaborando con il Giornale di Sicilia, oggi collabora con Tv2000. È presidente dell’associazione Articolo21.

Daniela Amenta è giornalista, ex capo delle culture e degli spettacoli de l’Unità. Ha scritto di musica sulle principali testate specializzate – dal Mucchio Selvaggio a Frigidaire – e ne ha parlato a lungo dai microfoni di emittenti libere e Rai, conducendo Stereonotte e Notturno Italiano. È stata caporedattore di Epolis e dell’Unità, direttore di Radio Città Futura. Per Baldini&Castoldi ha pubblicato nel 2015 il romanzo La ladra di piante e nel 2017 per Compagnia Nuove Indye il saggio Freak Out, dedicato al genio di Freak Antoni. Conduce con Concita De Gregorio il programma radiofonico Cactus su Radio Capital.

Venerdi 8 marzo ore 19:00 Sala Ingargiola